BUSSOLENGO

Bussolengo dista 12 chilometri da Verona. Rispetto al capoluogo e' in posizione ovest verso il lago di Garda. Il territorio del comune e' prevalentemente pianeggiante ed e' lambito dal fiume Adige. A nord le pendici dei monti Lessini veronesi degradano dolcemente nella sottostante pianura mentre a ovest la catena del monte Baldo.

Il santo patrono di Bussolengo, San Valentino, viene festeggiato il giorno degli innamorati il 14 febbraio. A Lui è dedicata la chiesa di San Valentino.

A 3500 anni fa (media eta' del bronzo) risale il più antico insediamento di cui si possieda documentazione archeologica. Veneti, Reti, Galli si susseguirno nell'insediarsi nel territorio fino al dominio romano sotto il quale vennero unificate le varie culture. Nel XII secolo Bussolengo fu sotto la signoria rurale degli "Olderico" il cui pi famoso rappresentante fu Garzapane, potente soldato, fedele amico di Federico I Barbarossa. Garzapane ebbe di certo due figli: Olderico e Albertino. Nella seconda Guerra Mondiale, Bussolengo fu colpita, il giorno di San Valentino del febbraio 1944, durante la sagra del paese, da alcune bombe sganciate da un bombardiere americano che si "sganciava" da un attacco di caccia nemici.

La prima immagine sotto rappresenta il monumento ai caduti eretto il 4 novembre 1930 in ricordo dei caduti della "Grande Guerra". Dopo la seconda guerra mondiale si inaugurò una lapide con i nomi dei caduti di Bussolengo. Il monumento costituito da una vasca con contorno di marmo di Sant'Ambrogio. Al centro della vasca si erge una grande scogliera che partendo da quattro bracci si trasforma in un'unica guglia e termina con la stella d'Italia, altezza di 17 metri.
HOME PAGE
Tweet
Monumento dei caduti chiesa di san valentino mappa stemma