Gnocchi veronesi

Storia

Gli gnocchi di patate sono il piatto tipico per eccellenza del carnevale veronese la cui origine risale al 1531.

In quell’anno una grave carestia portò la città sull'orlo di una rivolta popolare, in particolare nel quartiere di San Zeno, all’epoca il più popolato e povero della città.

Per riportare la calma il Consiglio Cittadino guidato da Tommaso Da Vico, fece distribuire al popolo, l'ultimo venerdì prima della quaresima, pane, vino, burro, farina e formaggio.Nel suo testamento il Da Vico lasciò un legato affinché ogni anno in quel giorno fossero distribuiti alimenti agli abitanti di San Zeno. Da questo episodio ebbe origine la tradizione del Venerdi Gnocolàr, il principale appuntamento del carnevale veronese (che ancora oggi si svolge nell'ultimo venerdì prima della quaresima) durante il quale una GRANDIOSA SFILATA DI CARRI ALLEGORICI attraversa le principali vie del centro storico di Verona sotto l'occhio attento di centomila spettatori di ogni età.

Ingredienti per 4-6 persone

Procedimento

Lavare e lessare le patate in acqua; sbucciarle e passarle al setaccio, successivamente impastarle con la farina alla quale è stato precedentemente aggiunto l' uovo e il sale. Lavorare l' impasto fino a renderlo soffice, spruzzando,se necessario con un pò di farina la superficie di lavorazione.

Formare dei piccoli filoncini di pasta alti uno-due cm, tagliarli in tanti pezzetti della lunghezzai 3 cm circa e farli poi scivolare sulla grattuggia dall' alto in basso premendo leggermente. Versarli in acqua salata portata all' ebollizione e pescarli appena emergono in superficie.

Condimento a piacere.

Mirandola Giacomo
Filoverona